Tecnologia

Gli impianti idroelettrici producono elettricità sfruttando l’energia cinetica dell’acqua che scorre: pertanto, non realizzando alcun processo di combustione, contribuiscono alla riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra, con una riduzione di circa 670 g di CO2 per ogni kWh di elettricità prodotto.

La potenza di una centrale idroelettrica dipende dal salto, ovvero la differenza di quota tra il punto di prelievo e il punto di restituzione dell’acqua, e dalla portata d’acqua del corso utilizzato.

Ovviamente, alla portata non corrisponde un’unica grandezza, ma deve essere effettuata la misurazione del regime delle portate, ovvero i diversi valori assunti per determinati periodi di tempo durante l’anno, dal corso d’acqua.

Gli impianti ad acqua fluente utilizzano direttamente la portata utile disponibile nell’alveo del corso d’acqua senza possibilità di regolazione della portata.

Un impianto idroelettrico è costituito da:

  • un sistema di raccolta dell’acqua
  • una conduttura forzata di convogliamento dell’acqua
  • una turbina per la trasformazione dell’energia dell’acqua in energia meccanica
  • un generatore, per la trasformazione dell’energia meccanica in elettrica
  • un sistema di controllo e regolazione della portata d’acqua

L’intero sistema è generalmente tele controllato, per la segnalazione tempestiva di guasti o di eventuali esigenze di manutenzione al personale addetto all’intervento.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>